Grecia: Creta

Settembre 2019

Quest’anno che sono a casa dal lavoro in maternità abbiamo deciso di andare in vacanza a settembre… Prezzi più bassi, meno persone… Dovrebbe essere così no?
Vi saprò dire a fine vacanza 😉
Partenza in aereo alle 6 di mattina che é una pacchia perché hai davanti tutto il primo giorno di vacanze pieno, volo tranquillo e sonnecchiante.
Arrivati! E’ estate 😎
A casa eravamo già proiettati nell’autunno…
Ritirati i bagagli, ci rechiamo allo sportello della Hertz a prendere la macchina che abbiamo noleggiato, playlist Spotify Rock legends e via verso Kissamos, dove ci aspetta il Kastelli View.
Il cielo é blu e Robert Plant ci canta Whole lotta love… Un ottimo inizio di giornata 😊
2 ore e mezza di strada ci portano a Kissamos, ad aspettarci al Kastelli View c’é un signore gentile che nel farci vedere l’appartamento ci lascia in omaggio acqua, fanta, uva (senza semi evvivaaaa) e pesche.
L’appartamento é bellissimo!! Due camere da letto, una cucina con sala, due bagni e il balcone per mangiare all’aperto. Gli arredi sono nuovi e profuma di pulito..
Ci rendiamo conto subito che é in una posizione strategica, a piedi si raggiungono il centro, un grosso supermercato (vendono il succo di frutta alla banana che a casa non si trova più!) e la spiaggia libera.
Libera in tutti i sensi, essendo fine settembre…

Falassarna

Il vento di oggi non rende sicuramente giustizia a questa bellissima e chilometrica spiaggia di sabbia e acqua azzurro/blu distante un quarto d’ora dal nostro appartamento.
La temperatura è fantastica e mentre da casa ci dicono che hanno tirato fuori copertine e pantaloni lunghi, noi siamo in ammollo in quest’acqua trasparente… 🤩

Chania

Quando abbiamo alzato le tapparelle e visto che c’era troppo vento freddo per stare in spiaggia, abbiamo deciso di fare un giro a Chania, che dista 40 minuti di macchina dal nostro appartamento.
Ci appare fin da subito come un gioiellino ben curato, le viuzze sono colorate e piene di negozietti.
Prima di prenotare eravamo indecisi se scegliere tra Chania e Kissamos, ora che le abbiamo viste entrambe siamo contenti di aver scelto Kissamos, sicuramente meno curata e più spoglia, ma più tranquilla e soprattutto é una base più vicina alle spiagge che ci interessa vedere.
Il terzo giorno il sole splende, proviamo a tornare a Falassarna….

Lo spettacolo é pazzesco, ma anche oggi, una volta arrivati in spiaggia, ci rendiamo conto che il vento é veramente troppo forte per rimanere (ci sono delle raffiche così forti che la sabbia punge come mille aghi), così decidiamo di tornare a Chania e vedere la parte non visitata il giorno prima.
Questa città ci piace veramente molto!

Pranzo al Mesostrato, posticino molto caratteristico e cucina ottima!
Come farò a casa senza la moussaka?!

Elafonissi
Un’ora e dieci minuti di macchina attraverso paesini che ricordano il sud Italia degli anni 5o, ci portano alla spiaggia di Elafonissi.
Per la descrizione lascio parlare come sempre le foto…
Noi siamo rimasti senza parole!

La sabbia é davvero rosa!

Maria Beach

Vento caldo oggi e spiaggetta di Kissamos a cinque minuti da casa..
Siamo rimasti fino a tardi anche se a un certo punto si é rannuvolato perché si stava troppo bene…

Al nostro rientro a casa troviamo sempre ad attenderci un bellissimo gattino 😻



Gramvousa

Al porto di Kissamos (5 minuti in macchina da casa nostra) prendiamo i biglietti per andare a Balos in barca.
L’alternativa, avevamo letto su vari blog, era di arrivarci in macchina ma il signore che ci ha noleggiato l’auto ce l’ha caldamente sconsigliato visto il percorso molto accidentato che avrebbe potuto danneggiare la carrozzeria, in più l’ultima mezz’ora sarebbe stata a piedi su un sentiero non proprio comodo…
Quindi abbiamo optato per la barca che però vende solo il pacchetto Gramvousa + Balos.
Certo la scomodità della barca é legata agli orari che sono da rispettare, ma per il resto é la soluzione ideale per noi.

Prima tappa all’isola di Gramvousa dopo un’ora e mezza di viaggio. Veramente molto suggestiva, castello veneziano sulla scogliera, acqua cristallina dalle mille sfumature di blu e il relitto di una nave pirata che ha affascinato moltissimo Nicolò…

Balos
Risaliti sulla nave, dopo 20 minuti arriviamo a Balos.
Capiamo fin da subito perché questa, oltre che essere una delle spiagge più belle di Creta, é conosciuta anche come una delle spiagge più belle del mondo…

Rimaniamo qui due ore e mezza, poi la nave ci riporta al porto di Kissamos. Davvero una giornata bellissima!!

Rethymno

L’ultimo giorno ci fermiamo in questo caratteristico paesino sulla strada per l’aeroporto di Heraklion.
Viuzze colorate, murales, la fortezza veneziana e il cielo super blu hanno reso questa tappa molto piacevole…

Andiamo verso l’aeroporto…e come sempre già sogniamo il prossimo viaggio…

Ps. Ah! E per rispondere alla domanda iniziale, SI! Vacanze a settembre decisamente promosse!

Turchia: Istanbul

Aprile 2019

Istanbul ci accoglie in tarda serata in un clima primaverile…
Ci lasciamo alle spalle il freddo invernale italiano e ci gustiamo le luci notturne di questa città addormentata mentre il taxi ci porta dall’aeroporto al Primero Hotel.
Accoglienza del personale, stanze pulite e profumo di bucato sono le cose che notiamo subito; un ottimo inizio!

Moschea Blu
Nostra prima tappa ed anche primo luogo dove ho cominciato ad avere una sensazione non piacevole che mi ha poi accompagnato tutto il viaggio, influenzandolo negativamente.
Vale a dire la spiacevole e concreta, palpabile visione inferiore della donna rispetto all’uomo.
All’esterno delle moschee, troviamo infatti luoghi bellissimi e curati in ogni dettaglio per lavarsi piedi, viso e testa (la purificazione necessaria prima di entrare in un luogo sacro) dedicati però solo agli uomini.
Per le donne, lavandini in bagni pubblici in scarsissime condizioni igieniche.
Roberto e Nicolò entrano senza problemi nella moschea, facendo attenzione solo all’obbligo di togliere le scarpe (all’interno si cammina sui tappeti), mentre a me allungano all’ingresso un velo per coprirmi il capo e una tunica lunga fino a terra da indossare nel caso il mio abbigliamento faccia anche solo intravedere una minima porzione di caviglie.
Una volta entrati, noto che gli uomini possono fermarsi a pregare in qualsiasi zona libera, mentre le donne sono relegate in piccoli spazi, spesso dietro a grate e vicino alle scarpiere…

Le moschee onestamente ci deludono un po’…meravigliose e imponenti all’esterno, spoglie e “fredde” all’interno…

Gran Bazaar
Qui purtroppo abbiamo fatto un grosso errore…
Visto di passaggio il primo giorno sulla strada per la Moschea Blu, ci ripromettiamo di tornare a vedere il Gran Bazaar con maggiore attenzione la domenica, senza però informarci e senza pensare che la domenica, giorno sacro e di riposo, sarebbe stato chiuso…

Cisterna Basilica
Scelta come location per diversi film, tra cui Agente 007 dalla Russia con amore e Inferno, costruita nel VI secolo come riserva d’acqua per la città, la Cisterna Basilica è decisamente un luogo suggestivo e pieno di fascino…


Gulhane Park
Per gli spostamenti in città è molto comodo il tram, ma noi spesso preferiamo camminare, ed è cosi che abbiamo trovato casualmente questo bellissimo parco molto ben curato, pieno di fiori, alberi, panchine e giochi per i bambini.
Tra l’altro, senza farlo apposta, siamo capitati nel mese della fioritura dei tulipani…una meraviglia!
Una sosta davvero molto piacevole…

Per cena, ottimi falafel al ristorante Pierre Loti, consigliatoci dagli albergatori…

Spice Bazaar

Un tripudio di colori e odori questo bazaar dove i banchi di spezie si alternano a tisane, saponi artigianali e banchi di dolci locali o the per ogni gusto.

Ponte Galata


Dopo una passeggiata sul ponte, prendiamo il tram che ci porta al palazzo del sultano.

Palazzo Topkapi


Personalmente non l’abbiamo trovato particolarmente interessante, molte zone sono chiuse per restauro e gli ambienti sono spogli e non accattivanti.
Con una guida forse l’avremmo apprezzato di più, noi ce lo siamo goduto più che altro per passeggiare nei giardini ben curati e ammirare il Bosforo dall’alto nel punto in cui il sultano era solito fare colazione…

Incontro fra oriente ed occidente
Il tram ci porta ad Eminönü, dove prendiamo il traghetto per Üsküdar, sulla costa asiatica.
Devo ammettere che passeggiare tra le moschee, accompagnati dalla voce dei muezzin che risuona da una parte all’altra della città attraverso gli altoparlanti, sapendo di essere in Asia ma vedendo di fronte a noi l’Europa, è un’esperienza molto intensa!

Hagia Sophia illuminata accompagna il rientro in albergo nella nostra ultima notte turca…

Un viaggio questo che non ci ha folgorato, ma che sicuramente non ferma la voglia di organizzare il prossimo…!
A presto 🙂

Egitto: Marsa Alam

Agosto 2018

Prima volta per noi in un villaggio all inclusive, ma è l’unica alternativa per poter fare vacanza a Marsa Alam, attorno a noi c’è solo il deserto…
Il Gorgonia Beach Resort è davvero enorme e bellissimo…dista circa 120 km dall’aeroporto di Marsa Alam e lo raggiungiamo in pullman.
Una cosa che ho notato ed apprezzato molto, è che tutta l’area del Resort Gorgonia Beach è adatta anche per ospiti con disabilità; tutte le aree ed i vialetti sono fruibili da chi si muove in carrozzina.
Il villaggio ha una spiaggia attrezzata con circa 350 ombrelloni, due lettini e paravento; nelle giornate in cui c’è comunque troppo vento caldo, rimaniamo in una delle quattro piscine presenti.

D’obbligo le scarpette, l’accesso al mare è consentito solo in determinati punti adeguatamente segnalati per non calpestare la barriera corallina, oppure tramite pontile.

Lo spettacolo che si presenta ai nostri occhi da quel pontile, e anche una volta scesi in acqua dalla scaletta, è davvero mozzafiato e da provare almeno una volta nella vita…
Branchi di pesci coloratissimi di mille specie diverse si materializzano davanti ai nostri occhi mentre nuotiamo in queste acque cristalline, quindi d’obbligo la maschera…noi abbiamo usato la Easybreath comprata alla Decathlon, immortalando le più variegate sfumature di colore in diversi video realizzati con la nostro Gopro subacquea.

Desert Safari Trip

Presso il Gorgonia Beach, c’è la possibilità anche di prenotare un’escursione nel deserto.
Siamo partiti dall’hotel nel primo pomeriggio con una guida, che ci ha portato su un furgoncino tra le montagne del deserto orientale, spiegandoci nel tragitto curiosità sulla vita, le tradizioni dei beduini e le proprietà benefiche di alcune piante da loro utilizzate.
Arrivati al loro villaggio, abbiamo avuto la possibilità di assaggiare il pane tipico preparato dalle donne davanti a noi, il loro tè, di cavalcare i cammelli e fare un giro sul quad.

Dopo esserci goduti l’eccezionale vista del tramonto, abbiamo cenato nel villaggio beduino con un’ottima cena a base di carne e verdure preparata da loro, per poi assistere a uno spettacolo di Tannura, la tipica danza egiziana, e la visione delle stelle coricati a terra, che nel buio e nel silenzio del deserto, è qualcosa di assolutamente magico che non si può descrivere a parole…

Siamo tornati a casa domenica sera e rientrati al lavoro lunedì mattina, carichi dal bellissimo viaggio…un ottimo modo di rientrare al tran tran quotidiano!
Al prossimo viaggio 🙂

SPLENDORI DI SAN PIETROBURGO E MOSCA – dal 20 al 26 aprile 2020

Un viaggio completo alla scoperta delle grandi città della Russia e dei loro tesori. Un programma ricco di visite in alberghi di buon livello. Uno dei tour più apprezzati dai clienti per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. La guida sarà infatti sempre con voi, oltre ad un accompagnatore Cribor.

PARTENZA CONFERMATA – ultimi posti disponibili