Weekend a MAIORCA

Weekend a Maiorca? che dire… OTTIMA decisione!
Ho soggiornato a Playa de Palma, non volevo perder ore in trasferimenti, 6km dall’aeroporto,
si è rivelata una buona scelta, bhè sicuramente una località moltooooooo movimentata ma che allo stesso tempo da la possibilità di far del BUON MARE!

56

Prendendo pullman organizzato abbiamo fatto giornata intera a Playa Es Trenc f-a-n-t-a-s-t-i-c-a …
ricorda formentera con la spiaggia bianchissima.

1243

Un salto a Playa El Mago è da fare, ma solo per bagno veloce, la spiaggia è chiusa in un caletta davvero piccola. Da segnalare la possibilità di praticare naturismo in queste ultime 2 spiagge.
Le foto che ho scattato danno l’idea di quello che che ho cercato di raccontarvi.

#valiginomodalitàON

 

IBIZA… movida, party, ma non solo !! FAMIGLIE !!

Ciao Criborini, finalmente riesco a scrivere due righe in merito all’eductour fatto a Ibiza qualche settimana fa. Era un po’ che non ritornavo sull’isola, ma nessuna delusione. Ho soggiornato presso il SeaClub Grand Palladium Ibiza Resort & SPA, posizionato a Playa d’en Bossa, new entry di Francorosso.

23Anche questa volta prodotto azzeccato. Francorosso ha trovato il giusto compromesso, struttura che può ospitare e far convivere tranquillamente famiglie e coppia. Camere recentemente rinnovate, con gusto e particolare attenzione, spaziose e di design.

4

6

Il nuovo format SeaClub, garantisce giornate all’insegna del relax e di un’animazione discreta e divertente, affidata a dei professionisti del mestiere : i FRiend.
La location permette uscite serali e piacevoli giornate in spiaggia. Allo stesso tempo munendosi di un jeep si può partire alla scoperta dell’isola e delle sue innumerevoli calette. Troverete di sicuro quella più adatta a voi.

IMG_0545

Bhè tanto che c’eravamo un salto a Formentera non lo si fa ?? … via di traghetto !!
40 minuti di traversata ed eccoci in questo paradiso, a maggio è ancora tutto calmo e rilassato, si poteva respirare l’atmosfera del « dolce far niente ».
Avevamo due appuntamenti a cui tenevo particolarmente, il primo era la visita al SeaClub Insotel Formentera Playa, esclusiva Francorosso per l’Italia, club posizionato a Playa Mitjorn, a soli 5 km da Es Pujols.

109bis

Il complesso è affacciato su un tratto di spiaggia lunghissimo, in parte sabbioso e in parte rocciso, ma questo non inpedisce l’ingresso in acqua, anzi, rende i colori del mare più intensi.
SeaClub che consiglierò e proporrò alle famiglie, punto forte è il trattamneto di All Inclusive e per la promozione ROSSOKIDS (primo bambino completamente gratuito).

IMG_0641

Dopo “…un tuffo dove l’acqua è più blu…” ripartiamo per il secondo appuntamento. Da maggio dell’anno scorso (mese dell’inaugurazione della struttura) ero curioso di vedere questo resort. Mi parlavano di questa struttura di tendenza, moderna dal design contemporaneo e dalle linee mediterranee. Criborini che dirvi, il Blanco è davvero tutto questo. Fa parte della linea TOP di Francorosso.
E’ situato a 300 metri da Es Pujols, con i suoi locali alla moda e la movida che la caratterizza.
Vacanza all’insegna di elevati standard di comfort, per una clientela sofisticata.

IMG_0631

1819Facciamo ancora due passi per vedere un paio di Hostal parecchio venduti in Italia e mi rendo ancora più conto di quanto sarà movimentata e mai ferma l’isola in alta stagione. I locali si stavano preparando alle aperture e sicuramente pronti a sorprendere con qualche novità il cliente.
Ci lasciamo Formentera alle spalle e ripartiamo per Ibiza, giusto in tempo per mettersi in ghingeri e via per la Serata Francorosso, che prevedeva visita all’Hard Rock Hotel Ibiza, pubblicato sul catalogo Alpitour. Sono rimasto entusiasta da questa struttura, mi aspettavo un resort forse un po’ troppo « giovane », invece si è rivelato davvero « cool », ideale per una clientela alla ricerca di una vacanza all’insegna della musica e dell’incontro.

202224

Dopo essermi caricato a 1000 con l’Hard Rock Hotel, adesso toccava all’Ushuaia Ibiza Beach Hotel stupirmi, sapete a volte tante tante chiacchiere poi si riducono ad un sacco di fumo. Invece …

26… il resort modaiolo e di tendeza, famoso per i suoi party, non ha fatto altro che confermarmi le tante informazioni che spesso i clienti mi riportavano. Ushuaia, venduto da Francorosso è da inserire nel prodotto « Just Adults », insomma un ambiete divertente ma senza lo scompiglio creato da piccoli ospiti. Ushuaia è da vivere prima di tutto, per i concerti dei DJ del momento.

2729

30

Questa però Criborini non potete perdervela, in ogni stanza, già super accessoriata, abbiamo un ulteriore gadget … metto la foto, non dico altro. Anche questa è Ibiza.

31

Ci siamo, anche questo viaggio è giunto alla conclusione.

Come sempre mi sono portato a casa un sacco di informazioni importati sulla destinazione, io e Elena vogliamo esser sempre aggiornarti, molte volte si dice che Ibiza come Formentera si « vendono da sole » grazie ormai alla loro fama, vero, però riuscire a lasciare a voi che prenotate qualche chicca in più renderà di sicuro speciale le vostre vacanze.

Criborini vi aspettiamo in agenzia.
#valiginomodalitàON

1 anno di CRIBOR

Sabato 28 Marzo grande festa per il primo anno di CRIBOR.
Giornata fantastica, abbiamo voluto creare un bel momento da passare con i nostri clienti. I traguardi vanno celebrati con le persone che li hanno resi possibili.
Inoltre abbiamo presentato la nostra nuova pagina internet www.cribor.it e il blog #valigino modalità ON

invito cribor 1 anno_low

10320614_460192820803278_7705640267748370221_n10953716_10206561509986164_4472996706721954468_n10995856_10206561505706057_5878257537195584406_n11060049_10206561514746283_3540690738012860579_n11083636_10206561518986389_707041889576562789_n

OMAN. Tra deserto, acque limpide e ospitalità

La vacanza inizia da Malpensa e l’entusiasmo per la nuova partenza aumenta sempre di più.



1

Parto un po’ impreparato, la destinazione l’ho decisa solo qualche giorno prima, sono curioso… Oman sorprendimi.
La scelta è caduta su il Salalah Rotana Resort, nuova struttura dei Villaggi Bravo.
Già all’arrivo mi sono reso conto che la struttura meritava un sacco di foto, ambienti davvero curati ed una particolare attenzione al dettaglio.

2
Chiavi in mano si corre in direzione stanza, la voglia di un cambio veloce e di un tuffo inaugurale in mare è davvero tanta, anche qua le aspettative trovano una conferma.
Indossiamo le infradito e via verso la spiaggia. Nemmeno il tempo di ritirare il telo che ero già immerso nelle acque cristalline.

4 3

Arrivato nel pomeriggio e preso dall’entusiasmo della spiaggia non ho portato attenzione a tutto quello che offriva la struttura; nei prossimi giorni avrò occasione di vederla per bene e passarvi tutte le informazioni. Mi dirigo verso il ristorante, tappa molto importante per un ottimo soggiorno.

5 6

Ragazzi che cena! Ottima cucina curata da un cuoco italiano che coordina uno staff molto preparato. Zona buffet ben organizzata e impiattamenti che invogliano a fare almeno un paio di giretti di perlustrazione.
Mi metto a chiacchierare con l’assitenza, voglio capire che escursioni fare. Decidiamo per “Antico Oman” e la “Magica Notte nel Deserto”, già carico all’idea del 4×4 tra le dune del deserto di Rub al Khali.
Arriva la giornata della prima escursione, “Antico Oman”. Partiamo con la visita dell’antico villaggio di pescatori di Taqah.

7 8 9
Si prosegue con la visita al vecchio castello di Taqah, l’ex residenza ufficiale del Wali (governatore) della regione.

10 11
Si continua verso le antiche rovine della famosa città di Sumharam (KhorRohri). La città era l’avamposto più orientale del regno di Hadramawt sull’antica via dell’incenso tra il mar Mediterraneo, il Golfo Persico e l’India.

12
Rientro nel villaggio non troppo entusiata, credo che l’escursione si possa “vendere” meglio. Si potrebbe fare in meno tempo oppure ci si potrebbe fermare in qualche mercatino.
Resto comunque con l’aspettativa molto alta per il deserto. Finalmente arriva il sabato, la giornata non parte bene, c’è vento e il rischio di rimandarla è alto. Nonostante tutto ci fanno pranzare e poi via a scegliere la Jeep.

13
Inquadriamo subito un’autista dal viso simpatico, sarà lui il prescelto, dovrà sopportare tre esaltati in cerca di adrenalina.
La carovana parte in direzione Empty Quarter, ci mettiamo circa due ore, a metà strada non potevamo assolutamente perderci i cammelli.

14

Eccolo qua con tutta la sua serenità mettersi in posa!!!
Dieci minuti, giusto il tempo per qualche foto e per cambiare pressione alle gomme dei mezzi per affrontare il deserto e finalmente parte l’avventura.

16
Gli esaltati iniziano ad incitare l’autista a non farsi superare e via che si corre in mezzo al nulla.
Ad un tratto le prime dune, un cambio di rapporto veloce e il 4×4 inizia ad inerpicarsi…

Dopo un paio di su e giù arriviamo al capo tendato, prorio come me lo aspettavo, semplice ed in mezzo al nulla, nulla di artefatto, solo tende e sabbia.
Sistemiamo gli zaini e iniziamo ad incamminarci per trovare il punto più alto che ci permettesse di goderci lo strepitoso tramonto nel deserto. Ancora adesso se chiudo gli occhi riesco a sentire il vento che mi fischia nelle orecchie e il debole sole che piano piano si concede un inchino tra le dune.

17

La notte trascorre piacevole intorno al fuoco tra chiacchiere e racconti di viaggio.
Che escursione!! Non smetterò mai di consigliarla a chiunque, non potete non trascorrere un po’ di tempo nel silenzio del deserto.

La vacanza è quasi giunta al termine, come promesso vi lascio qualche foto del Bravo Salalah in tutta la sua bellezza e ospitalità.
Non mi resta che augurarvi “VALIGINO MODALITA’ ON”, ci sentiamo al prossimo check-in Criborini.

18