Tre giorni alla scoperta di Zante si sono rivelati più interessanti del previsto!

Ho soggiornato in uno studio in centro a Laganas, la zona del divertimento per eccellenza, ricca di giovani. E sopratutto zona strategica, in quanto vicinissima all’aeroporto (5 km), all’isola delle tartarughe e all’isola di Cameo e a pochissimi km (8) dalla città che da il nome all’isola.

E’ un’isola che offre moltissime escursioni, tutte bellissime! Io ho voluto provare le due escursioni più gettonate, quella che porta all’isola delle tartarughe e nelle vicine calette (raggiungibili solo con la barca) per permettere ai turisti di tuffarsi in mari cristallini  e quella che fa il giro dell’isola fermandosi alla spiaggia più fotografata della Grecia, la spiaggia del relitto.

 

Ma Zante non è solo questa: è ricca di locali tipici, di taverne dove cenare in riva al mare, è la terra nativa di Ugo Foscolo. L’isola delle tartarughe e delle aquile dorate. L’isola con l’ulivo più vecchio d’Europa.

Ma la cosa che più mi ha colpito è che in grado di soddisfare tutti i target di turisti: dai più giovani (Laganas e Argassi) ai meno giovani. Non dimentichiamo che nonostante sia ancora poco conosciuta, è la terza isola più grande della Grecia ed ha il proprio aeroporto!

Zante è la giusta soluzione per chi parte con l’idea di fare un po’ di relax e un po’ di scoperta, passando per luoghi incontaminati fino ad arrivare ai locali in riva al mare dove cenare e ballare! E fidatevi, ogni cosa ha un ottimo rapporto qualità prezzo, dalle escursioni alle taverne in riva al mare!

In conclusione, SI, la consiglio!